domenica 15 novembre 2009

Zoccoletti


Mi piace tantissimo panificare, e mi piacerebbe cambiare spesso tipo di pane, tanto che finalmente ho trovato il libro delle mitiche Simili, ma non c'è niente da fare, mio marito desidera che faccia sempre questo pane. Ho trovato questa ricetta anni fa girando per il web, non ricordo più quale sito fosse. Per essere sincera è un pane buonissimo, ha la crosta croccante al punto giusto, non molta mollica, ma soffice. Il procedimento è molto veloce e semplice, a impasto diretto.
Ingredienti:
400 g. di farina 0
100 g. di semola rimacinata
250 g. circa di acqua tiepida
½ cubetto di lievito (o intero se si ha fretta)
50 g. di olio
1 cucchiaino di malto (metto il miele d'acacia)
1 cucchiaino di zucchero
1 cucchiaino di sale
Procedimento:
Faccio quest'impasto con la macchina impastatrice, ma si può fare tranquillamente a mano. Metto la farina, il lievito, lo zucchero, il miele e, mescolando, aggiungo gradatamente l'acqua, poi, quando l'impasto inizia a formarsi, aggiungo piano piano l'olio e per ultimo il sale. Lascio andare la macchina per circa 10 minuti, se si lavora a mano l'impasto deve essere così:

Passati i 10 minuti lo lavoro ancora un po' a mano, lo metto in una ciotola, copro con uno strofinaccio e lascio riposare fino al raddoppio. Per assicurarmi che la lievitazione sia perfetta, schiaccio l'impasto con un dito, se rimane il buco vuol dire che la lievitazione è avvenuta alla perfezione, se si richiude non è perfettamente lievitato e se si affloscia è uscito di lievitazione. Ritorniamo alla ricetta ; togliete delicatamente l'impasto dalla ciotola , metterlo sulla spianatoia e senza lavorarlo fate dei filoncini di circa 4 cm, tagliate dei pezzi di circa 5 cm. e circa 60 g e allungateli tirandoli dalla parte non tagliata.
Spolverate una teglia da forno con la semola, appoggiate gli zoccoletti e spolverizzateli nuovamente con la semola. coprite con uno strofinaccio (io metto un telo di plastica senza pvc e poi copro con uno strofinaccio) e lasciate nuovamente lievitare fino al raddoppio. Mettete in forno statico preriscaldato a 200° per 20 o 25 minuti e 10 minuti a 180° nella funzione ventilato. Nella foto del collage , sull'impasto della ciotola si vede il buco lasciato dal mio dito. Siccome quando faccio il pane generalmente lavoro 1 Kg e ½ di farina, allora mi sfogo facendo diversi formati.


25 commenti:

  1. Adoro fare il pane in casa,il diffondersi del suo profumo in casa mi sa che sa tanto di famiglia.
    La sempola è un ottimo ingrediente per la panificazione lascia il pane morbido per diversi giorni,proverò la tua versione al più presto:)

    RispondiElimina
  2. che bello questo pane. Lo proverò subito, poi ti riporto i commenti di mio marito!

    RispondiElimina
  3. Ne prenderei uno e lo spalmerei di marmellata fatta in casa, per cominciare meravigliosamente la giornata :-)

    RispondiElimina
  4. Come ti capisco, cara Solema, anche in casa mia dovrei farne sempre di un solo tipo.. ma siccome mi piace panificare, spesso faccio a modo mio.
    Proverò sicuramente questi zoccoletti.
    PS: se vuoi un suggerimento, la fossetta ti conviene farla in un punto un po' nascosto, per esempio su un fianco della pagnottella.Scusa se mi sono permessa.
    Baci e buona settimana

    RispondiElimina
  5. ma sono favolosi!!! tanti complimenti!

    RispondiElimina
  6. Mi sembra quasi di sentire il profumo che si diffonde per la casa mentre si cuoce il pane!
    Io non sono molto brava...i tuoi zoccoletti invece sono venuti benissimo!
    Per quanto riguarda la danza delle scatole, stai tranquilla, se non sbaglio il 21 novembre dovrebbe arrivare la mail con gli abbinamenti e gli indirizzi a cui spedire la nostra scatola.
    Un bacione

    RispondiElimina
  7. che belli ti son venuti!!! anch'io adoro panificare, mannaggia mi manca sempre il tempo!

    RispondiElimina
  8. ...sempre ottimo il pane in casa .... complimenti Nonna Sole !!!!!

    RispondiElimina
  9. adoro sentire il profumo di pane fresco in casa , bella la tua!

    RispondiElimina
  10. quando ho qualcuno a cena la prima cosa che peso è il pane, lo faccio io, e apprezano molto anche gli altri compensali...
    il tuo dev'essere molto buono...

    RispondiElimina
  11. Solema complimenti, sembrano quelli comprati in panetteria, sono perfetti!!

    RispondiElimina
  12. Sono proprio carini questi zoccoletti,piace anche me fare il pane in casa e chissa' se provo con la pasta madre che ne pensi verranno bene??
    Bacioni Annamaria

    RispondiElimina
  13. Ciao Solema il tuo pane è stupendo segno la ricetta perchè voglio provare a farlo.
    Baci

    RispondiElimina
  14. Adoro anche io panificare...sono meravigliosi i tuoi.brava


    baci

    RispondiElimina
  15. Deliziosi questi zoccoletti, capisco perchè l'uomo di casa non mangia altro pane!!
    bacioni! La tua scrittrice!!

    RispondiElimina
  16. credo proprio che lo provero' per giovedì,ho gente a cena e approfitto!!

    RispondiElimina
  17. Ma che meraviglia questo pane!! Se domani sto meglio proverò!!
    Bravissima!

    RispondiElimina
  18. Sei bravissima e trovo belli tutti i formati che hai presentato :)

    RispondiElimina
  19. Buonisssimo questo pane una ricetta che ti copierò sicuramente a casa mia non amano il pane con molta mollica...felice weekend Luisa

    RispondiElimina
  20. Moooolto interessante! Proverò di sicuro! Anche a me piace tanto fare il pane, la pizza, la focaccia...

    RispondiElimina
  21. Ottime queste pagnottelle chissà che profumino per tutta casa!!!
    Me li segno, io finisco sempre con il fare il solito "baluetto" di pane.
    Un abbraccio arianna

    RispondiElimina
  22. @ Ringrazie a tutte
    @ Germana, non poter fare altri tipi di pane è il mio cruccio, ma qualche volta "disobbedisco". Il dito non è sulla pagnotta, ma sull'impasto per far vedere come rimane.
    @ Paola, non mi è arrivato nulla

    RispondiElimina
  23. Ma che belli questi zoccoletti... se tuo marito li chiede sempre sarà che sono proprio buoni!

    RispondiElimina
  24. Ciao nonna Solema,
    sono veramente invitanti questi tuoi prodotti il pane è quello che rimane e rimarrà il numero uno!!!
    Un abbraccio,
    Tomaso

    RispondiElimina

Fa piacere un commento, non necessariamente deve far rima con "complimento". Con mio disappunto, sono stata costretta a mettere la moderazione per intromissioni sgradevoli.