venerdì 22 novembre 2019

Tortine alle carote

Queste tortine (non mi permetto chiamarle Cam..le) assomigliano molto a quelle di una nota marca. Le avevo accantonate ma, una bravissima panificatrice mi ha nuovamente stimolato ed incuriosito postando la ricetta in un gruppo su fb chiamato"Il fornaio che c'è in te. Il ricordo che avevo delle originali era un sapore d'arancia e di mandorle che Maria Luisa ha omesso. Ormai "lanciata", ho cercato sul web gli ingredienti originali. Naturalmente non era riportato il peso degli ingredienti, così ho dovuto un po' improvvisare inventandomelo. Credo (a confermarlo sono stati i miei assaggiatori) di esserci andata molto vicino. So per certo che l'elenco degli ingredienti nelle ricette dei prodotti industriali vengono indicati in ordine di peso decrescente, così ho cercato, credo con successo, di aver individuato le proporzioni giuste...o quasi...;-).

Ringrazio Maria Luisa di avermi dato l'input. Credo, e ne sono convinta, che la ringrazino anche i miei assaggiatori, tanto che hanno iniziato a pensare alla stessa ricetta in forma diversa: un plumcake o una torta classica tonda, facendo sfoggio di una grande fantasia. Dimenticavo di dire che la forma l'ho ottenuta con gli stampi a mezza sfera delle delizie; stampi comprati a Ischia. Strano che ad ogni visita alle città porti a casa uno strumento di cottura (e tortura) per la dieta😂,

Ingredienti per 15 tortine:
Carote fresche 250 g
Farina debole 200 g più 50 g di fecola
Zucchero semolato 150 g di  più 50 g di zucchero di canna
Uova biologiche 3 (150 g circa)
Olio di semi (arachidi o girasole) 85 g
Farina di mandorle 80 g
Succo d'arancia 75 g
La buccia grattugiata di un'arancia biologica
Lievito per dolci una bustina
Procedimento:
Ponete le carote a pezzetti in un mixer con l'olio e l'arancia (succo e buccia grattugiata). A parte montate le uova con lo zucchero, fino a farle diventare chiare e spumose. Aggiungere il trito delle carote e montare ancora con le fruste elettriche. Con una spatola unire la farina di mandorle, le farine setacciate con il lievito. Mescolate il tutto con delicatezza finché non ci saranno più grumi. Imburrate e infarinate degli stampini (potete usare gli stampini e pirottini di carta per muffin). Ponete in forno preriscaldato a 180° e poi abbassate subito 160° per circa 15 minuti. Fate la prova stecchino. Sfornate e quando sono fredde spolverizzate con zucchero a velo oppure lucidate con la gelatina di albicocche. Durano qualche giorno se messe in una scatola di latta o in un sacchetto per alimenti.










Nessun commento:

Posta un commento

Fa piacere un commento, non necessariamente deve far rima con "complimento". Con mio disappunto, sono stata costretta a mettere la moderazione per intromissioni sgradevoli.