mercoledì 3 ottobre 2012

Baguette facili di Vittorio


Diverse volte ho fatto il pane con la ricetta trovata nel blog di Vittorio e, pur avendo l'impastatrice, ho voluto provare. Sono rimasta soddisfatta (c'era bisogno di dirlo?). Ho cercato di fare il passo-passo del procedimento, ma fotografare e lavorare non dà il massimo dei risultati, per questo, se volete provare e non capite bene i passaggi, vi consiglio di andare da lui. Metto i suoi ingredienti e i miei a lato tra parentesi e in rosso.



Ingredienti:
Farina 0 480 gr (0 biologica)
Acqua 340 gr (300)
Lievito di birra 6 gr o 2 gr secco liofilizzato (12 gr di lievito madre secco bio)
Sale 6-8



Procedimento:
Avendo il lievito madre secco, l'ho mescolato con la farina (se invece avete il lievito fresco, scioglietelo nell'acqua). Tenete da parte circa 40 gr di farina e aggiungete il resto al lievito. Mescolate, per qualche minuto e aggiungete il sale. Quando la farina e il sale sono stati assorbiti, spolverate la spianatoia con un pò della farina che avete tenuto in parte e rovesciate l'impasto. Con le mani infarinate, iniziate ad impastare, aggiungendo poco alla volta la farina rimanente. Impastate fino a completo assorbimento. Mettete l'impasto in una ciotola, coprite con il coperchio, o con un telo, e mettete a lievitare fino al raddoppio e possibilmente a 25° ( a me ci sono volute 3 ore). Consiglio il forno spento con la luce accesa. Sempre coperto mettete in frigo. Lasciatelo per tutta la notte (fino a 7 giorni!). Più riposa e più acquista gusto intenso (Il mio è rimasto 15 ore, dalle 18 alle 9 di mattina)
Tolto dal frigo, rovesciate l'impasto sulla spianatoia, delicatamente senza stropicciarlo e allargatelo delicatamente con le mani. Dividetelo in 3 o in 2 parti ( ho fatto 3 baguette). Schiacciate la pasta e ripiegatela su se stessa 2 volte e poi sigillate il centro. Arrotolate la baguette con il palmo delle mani, allungandola circa 35 cm.
Coprite una teglia di carta forno e adagiate il pane distanziandolo di 8 cm circa. Coprite con un telo (io con un sacchetto per sottovuoto aperto e con uno strofinaccio) e lasciate lievitare fino al raddoppio.
Con un coltello affilato o con una lametta (io con un bisturi) fate 3 o 4 tagli su ogni baguette facendo attenzione a non schiacciare troppo. Spruzzate la superficie con acqua tiepida e infornate a forno preriscaldato a 220°. Ci vorranno circa 25 minuti. Per permettere al pane di asciugare bene anche sotto, gli ultimi minuti (5) potete capovolgerlo.
 


25 commenti:

  1. Ma quale brioche,cornetto o sfogliatelle,farei una colazione coi fiocchi,con questo pane morbidissimo,farcito poi con la golosissima mortadella!!Ma che visione cara Solema,e la spiegazione è perfetta!!Un bacione cara!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quel panino con la "mortazza" è stata la mia cena!!!

      Elimina
  2. Vittorio è un mito , io faccio la sua "pizza come in pizzeria"
    Proverò queste baguettes facilitate che non prevedono la biga.
    :))))))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si cara Eli, Vittorio è una sicurezza!!!

      Elimina
  3. meravigliose queste baguette!

    RispondiElimina
  4. davvero fragranti!
    complimenti!
    felice giornata!

    RispondiElimina
  5. sono irresistibili queste baguette!!!magari ancora tiepide con la mortadella ...che fame!!un caro saluto, Peppe.

    RispondiElimina
  6. ma è stupendo Solema! salvo questa ricetta perchè voglio provarci anch'io, sperando che san lievito mi aiuti!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Provale, sono facolissime, l'unica attenzione bisogna averla per il forno, non deve scendere di temperatura.

      Elimina
  7. bellissime nonna sole, ci provo di sicuro e vediamo se stavolta le baguette non mi diventano ciabatte..... buona serata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hanno un pò la crosta da ciabatta.

      Elimina
  8. 4 semplici ingredienti per un risultato fantastico, complimenti! Un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  9. Queste baguette hanno un aspetto fantastico!
    Anche io quando ho tempo faccio il pane più o meno come lo fai tu... e solo una volta, per necessità, ho lasciato l'impasto in frigo per quasi una giornata e il risultato è stato migliore del solito...
    Il passo passo poi è stato veramente ben fatto anche se richiede un impegno in più..io ne so qualcosa!
    Un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    2. In effetti, i "grandi" panificatori del web, insegano che, poco lievito e una lunga permanenza in frigo, migliora di gra lunga il pane o la pizza.

      Elimina
  10. Baguette perfette, Solema sono da forno! Anzi, meglio :)

    RispondiElimina
  11. Solema carissima, le ho viste anche da zerofolle in cucina, sono stupende è vero che le ricette di Vittorio sono infallibili, le farò anch'io, le tue sono venute molto bene, meglio delle altre...baci

    RispondiElimina
  12. wow...
    blog especial e agradável
    cheers from indonesian...

    RispondiElimina
  13. posso scegliere tra il lievito o devo metterne uno piu la pasta madre???

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Metti solo il lievito, in rosso ho scritto quello che ho adoperato io.

      Elimina

Fa piacere un commento, non necessariamente deve far rima con "complimento". Con mio disappunto, sono stata costretta a mettere la moderazione per intromissioni sgradevoli.