lunedì 15 luglio 2013

Pane Turco katmer pogaça



Questo mese il gruppo "cucina con me" di fb, ha lasciato libera la condivisione della ricetta, scelta tra le tante fatte in questi mesi. Personalmente ho scelto questo pane. Da quando l'ho visto è rimasto tatuato nella mia mente e questa, è stata l'occasione giusta per riprodurlo. Questo pane sarebbe concepito, dolce o salato, soprattutto nella farcitura, prima di essere "arrotolato". Ho preferito farlo neutro. Prometto che lo rifarò e in quell'occasione, sarò più sfiziosa.


 
Ingredienti:
Farina 0 400 gr
Farina manitoba 100 gr
Latte intero 200 gr
Olio di mais 100 gr
Lievito secco 4 gr
Albume 1
Miele 2 cucchiaini
Sale 8gr
Burro fuso freddo 50 gr
Tuorlo e latte per spennellare q.b (a me era rimasto un pò di burro e l'ho aggiunto al tuorlo e latte)
Semi di sesamo a piacere


Procedimento:


Mettete nell'impastatrice, o nel mixer con il gancio, la farina, il lievito e il miele. Fate mescolare per qualche secondo al minimo. Aggiungete gradatamente il latte tiepido, l'albume e, sempre gradatamente, l'olio. Lavorate per qualche minuto a velocità 1; per ultimo mettete il sale. Lavorate per circa 10 minuti (l'impasto deve essere liscio e compatto); fatene una palla, mettete in una ciotola, coprite con la pellicola e un canovaccio. Fate lievitare fino al raddoppio (io l'ho messo nel forno spento con la luce accesa e, con questo caldo, sono bastate poco più di 2 ore). Riprendete l'impasto, dividetelo in parti uguali (a me sono venute 8 palline di circa 107 gr). Lasciate riposare per circa 20 minuti in modo che la maglia glutinica si rilassi. Stendete le palline a circa 2 mm di spessore facendo in modo che siano uguali, o su per giù. Una volta stese iniziate a spennellarle con il burro fuso freddo mettendone una sopra l'altra. NB: l'ultima non va spennellata. Mettete questa "torretta" ottenuta, coperta nel frigo per circa 10 minuti, come consiglia Antonietta. Riprendete le sfoglie e iniziate a stenderle fino a circa 25 cm; giratele sottosopra e stendetele fino ad avere un cerchio del dimetro di circa 50-60 cm (il mio era di 55). Ora dividete questo cerchio in 16 triangoli. Piegate verso l'interno i 2 bordi esterni più larghi e iniziate ad arrotolare tenendo leggermente tesa la punta. Mettete a lievitare, sempre coperto, fino al raddoppio. Spennellate con il tuorlo sbattuto con il latte (ho messo anche il rimanente burro). Metà li ho spolverizzati con i semi di sesamo. Cuocete per circa 20 minuti a 200°. La prossima volta li farò dolci aggiungendo 100 gr di zucchero...ecco!


16 commenti:

  1. interessante davvero questo pane lo terrò a mente!

    RispondiElimina
  2. è splendido e dalle foto si percepisce la fragranza e morbidezza. Lo segno!

    RispondiElimina
  3. Ciao Solema, se non è finito, mettine uno in congelatore che arrivo ;-) Ieri telefonotti, ma non trovotti :-D
    Bacio grande.

    RispondiElimina
  4. Solema carissima, l'ho fatto anch'io copiato da Manuela Profumi e colori, ma è una meraviglia, ci credo che ti ha colpito, è splendido, lo rifarò seguendo la tua ricetta...un abbraccio grande grande

    RispondiElimina
  5. bellissimi, molto sfiziosi!!

    RispondiElimina
  6. Buonissimo questo pane!!!!
    Lo vendevano per strada ad Istambul, mi fai venire una grande nostalgia di quella meravigliosa città.
    Un bacio.

    RispondiElimina
  7. Solema, innanzitutto ti ringrazio x la menzione del mio gruppo e poi per la menzione del blog è un onore x me

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te. Questo pane è buonissimo e sicuramente lo rifarò

      Elimina
  8. hanno un aspetto favoloso,questi panini,Solema!!complimenti^__^un abbraccio

    RispondiElimina
  9. fantastici questi panini, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  10. Ciao! Sono Rossella!Passa a leggere i miei pensieri su http://ipensieridiunaragazzina.blogspot.it/

    RispondiElimina
  11. Quel pane deve essere squisito ,con tutti gli ingredienti che ha non dubito che sia una goduria per i palati. Mi segno la ricetta adesso.Un abbraccio

    RispondiElimina
  12. prendo subito nota!!!!!!!!!troppo bello da noi si chiama pane bianco..usiamo spesso la semola per il nostro pane e la variante che si trova nei forni e' chiamato pane bianco o all'olio...grazi per la ricetta

    RispondiElimina
  13. Assolutamente da provere!
    Bellissimo Blog :) se ti va passa da me!
    Bacini
    Betty

    RispondiElimina
  14. E' veramente una meraviglia Solema, complimenti. Tempo fa l'ho provato con il licoli e una ricetta diversa dalla tua, con scarso risultato. LO devo assolutamente rifare appena c'è un pò di venticello, qui da me si muore di caldo. Ciao

    RispondiElimina

Fa piacere un commento, non necessariamente deve far rima con "complimento". Con mio disappunto, sono stata costretta a mettere la moderazione per intromissioni sgradevoli.