venerdì 27 marzo 2015

Spaghetti alla chitarra con fagioli e cozze


Questo sugo nasce da una congiunzione astrale positiva. Potrei definirlo un gustoso riciclo. Una ciotola di fagioli borlotti già lessati, rimasti in frigo; un pugnetto di cozze già sgusciate e del finocchietto selvatico, trovato per caso al mercato in una bancherella di prodotti siciliani. Non da ultimo...la "chitarra" appena arrivata. Devo ammettere che prima di questo preparazione l'avevo già provata, ma non ero rimasta soddisfatta dalla consistenza della pasta. Dopo una lunga conversazione con Tamara, sono arrivata alla perfezione (per così dire). Per le consulenze ringrazio anche Annaferna e Dauly.
Grazie ragazze senza di voi non avrei saputo "suonare", anzi, senza Dauly non l'avrei addirittura  comperato. L' avevo intravista su fb (comprata da Dauly, appunto) e da tanto mi attirava. Mi sono così scatenata fino ad averla. Devo proprio dirlo? Ho fatto un ottimo acquisto.

Ingredienti per 4 persone:
Per la pasta:
Farina 0 150 g
Semolato Senatore Cappelli 150 g
Uova bio 150 g
Olio extravergine d'oliva 2 cucchiai
Procedimento:
Setacciate insieme le farine. Impastate con le uova e l'olio. Lavorate fino ad avere un impasto compatto e liscio. Coprite e lasciate riposare per non meno di mezz'ora. Fatene più pezzi e tenete sempre coperta quella che non usate. Stendete la pasta non troppo sottile (io l'ho fatto con la sfogliatrice). Se la fate con la macchinetta passate quattro volte sulla prima tacca, due volte sulla seconda e la pasta è pronta. Ho fatto più prova e secondo me questa è la misura giusta. Ora posate la sfoglia sulla chitarra e con il matterello pressate fino a far cadere gli spaghetti.  Continuate fino alla fine della pasta. Infarinate sempre con la semola quelli fatti in precedenza.


Per il sugo:
Fagioli lessati 200 g (circa)
Cozze sgusciate 200 g (circa)
Passata di pomodoro 4 cucchiai
Cipolla 1 piccola
Olio extravergine d'oliva q.b
Vino bianco secco 50 ml
Finocchietto selvatico q.b
Sale q.b
Peperoncino q.b
Pecorino q.b
Procedimento:
Con qualche cucchiaio d'olio e qualche cucchiaio d'acqua brasate una cipolla affettata sottilmente. Unite i fagioli, le cozze, la passata, il peperoncino  (se piace) e sfumate con il vino. Aggiustate di sale e spolverizzate con il finocchietto. Lessate la pasta (circa 7 minuti) e unitela al sugo. Fate insaporire e servite con una buona spolverata di pecorino.







4 commenti:

  1. Un sugo fantastico.. complimenti, un piatto divino

    RispondiElimina
    Risposte
    1. aGrazie Elena, erno veramente buoni.

      Elimina
  2. Io amo la chitarra è un tipo di pasta asciutta che mia nonna preparava la domenica con il ragù di sugo pazzesco, lo mangiavo a forchettate fino a farlo scomparire dal piatto.
    Con il sugo di pesce devessere di un buono senza precedenti, spesso gli avanzi ci salvano il portafogli e il pranzo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, un tipo di pasta che piace molto anche a me!!!

      Elimina

Fa piacere un commento, non necessariamente deve far rima con "complimento". Con mio disappunto, sono stata costretta a mettere la moderazione per intromissioni sgradevoli.