martedì 26 aprile 2016

Zuppa di zucca e porro

Mi dirigo verso la cantina-dispensa, quando sento una vocina che chiama; mi avvicino e vedo l'ultima zucca dimenticata. Penso subito a cosa farne nel caso fosse ancora salvabile. Quindi non perdo tempo e la taglio: fortunatamente è perfetta! Qui da noi, in Friuli, la temperatura non è ancora così mite; è quindi adatta ad una zuppa, (io la mangerei anche d'estate). Non ci penso su. Aprendo il frigo trovo il provolone dolce che avevo comperato per un'altra preparazione; lo uso, assieme a dei porri che avevo da consumare. Insomma diciamo che è nata una ricetta dopo una congiunzione astrale positiva.


martedì 19 aprile 2016

Ossibuchi alla "quasi" milanese


"Questo è un piatto che bisogna lasciarlo fare ai Milanesi, essendo una specialità della cucina lombarda". Così esordisce Pellegrino Artusi tentando di spiegare la ricetta e continua:"Intendo quindi descriverlo senza pretensione alcuna, nel timore di essere canzonato. Penso: se l'Artusi non si sente in grado di riprodurre alla perfezione la ricetta, chi sono io per essere sicura che sia quella giusta? Inoltre, fino a qui, non ho seguito alla lettera alcuna ricetta, rielaborando sempre a modo mio. Devo convenire che sono stati molto apprezzati. Li ho accompagnati con due contorni: un semplice purè di patate e delle verze ripassate in padella. Annaffiati con un buon merlot del Friuli.


venerdì 15 aprile 2016

Risotto con asparagi e canestrelli


Finalmente è arrivata la primavera e con essa, sui banchi del mercato, si trovano finalmente le verdure che mettono "allegria". Piselli, fave, agretti e asparagi. Più volte ho parlato degli asparagi bianchi del mio territorio; recentemente si possono trovare anche quelli verdi. Questi, nello specifico sono quasi selvatici. Girando per il mercato poi, oltre a trovare questi gustosi asparagi, sul banco del pesce vedo dei canestrelli. Subito mi torna alla memoria una ricetta che mio fratello faceva spesso... insomma, la ricetta della mia famiglia d'origine. Potevo non rifarla? Ho apportato qualche modifica alleggerendola dai grassi, visti i tempi moderni. I canestrelli sono dei molluschi bivalve; molto somiglianti alle capesante ma sono più piccoli e anche più economici. Si trovano anche già sgusciati e puliti, l'importante fare attenzione alla polpa che sia soda e bianca.