mercoledì 18 marzo 2015

Garganelli con ragù di soia


Una sorpresa piacevolissima, la scoperta del ragù di soia. Da tempo volevo fare i garganelli a mano; poi, per svariati motivi, rimandavo. Uno di tali motivi era la mancanza della multirotella liscia, che mi ripromettevo sempre di acquistare ma, sempre rimandavo; non ultimo motivo, il costo. L'altro giorno mi sono decisa, complice il fatto di avere in dispensa un pacco di semolato (non semola rimacinata) semi integrale Senatore Cappelli. Mi sono messa all'opera. Ho segnato i quadrati con una doppia (vecchissima) rotella ondulata e ho terminato con una, liscia, da pizza. Devo ammettere che sono rimasta molto soddisfatta anche se, il giorno dopo, ho ordinato la multirotella liscia. Il ragù: una delizia che ha conquistato anche gli onnivori.

Ingredienti per 4 persone:
La pasta:
Semolato Senatore Cappelli 250 g
Farina 0 150 g
Uova biologiche 2 (da pesare con l'acqua)
Acqua tiepida +uova 200 g
Olio extravergine d'oliva 20 g
Procedimento:
Mettete le due farine nell'impastatrice, lavorando con il gancio a velocità uno. Unite l'acqua con le uova e l'olio, gradatamente. Fate lavorare finché l'impasto non sarà abbastanza liscio e compatto. Mettete sulla spianatoia e lavorate ancora un po' a mano. Coprite con una ciotola, bagnata con acqua calda e asciugata. Lasciate riposare per almeno 30 minuti. Potete stendere a matterello o tirare con la sfogliatrice. Ho diviso la pasta in più pezzi, tenendo sempre coperto quelli che non lavoravo. Ho fatto passare 3 volte nel rullo al numero più basso e, successivamente, fino al numero cinque considerando che la mia sfogliatrice arriva al numero sette. Tagliate dei quadrati di circa cinque centimetri di lato. Con un "riga gnocchi" e un bastoncino del diametro di una matita (circa) modellate i garganelli, posizionando il quadrato di pasta con la punta verticalmente rispetto alla riga del riga gnocchi. Mettetelo a contatto dalla parte che è stato sulla spianatoia. Lasciate asciugare per almeno un'ora (io li ho fatti il giorno prima, tenendoli in un vassoio coperto con uno strofinaccio spolverato abbondantemente di semola rimacinata, in un luogo asciutto. Lessate per circa otto minuti in acqua bollente salata. Scolate e condite con il sugo scelto.


Ingredienti per il ragù:
Fiocchi di soia 200 g
Passata di pomodoro 400 g
Vino rosso q.b.
Scalogno 1
Carota piccola 1
Sedano un piccolo gambo
Sale pepe q.b.
Olio extravergine d'oliva q.b
Erbe aromatiche a piacere (timo, maggiorana, salvia, rosmarino, origano, prezzemolo)
Procedimento:
Per la soia, seguite le istruzioni del sacchetto. Quella che ho adoperato l'ho tenuta a bagno nell'acqua bollente per dieci minuti per poterla idratare. Tritate a coltello le verdure; fatele brasare con qualche cucchiaio d'olio, aggiungendo qualche cucchiaio di acqua finché saranno ammorbidite. Aggiungete la soia, fate insaporire e asciugate bene. Unite anche le erbe aromatiche. Sfumate con il vino rosso e quando è consumato unite anche la passata. Salate, pepate. Mettete un coperchio e fate cuocere a fuoco bassissimo per un'ora.




4 commenti:

  1. adoro i garganelli, un formato di pasta molto gustoso e perfetto con i sughi, ottimo qui il condimento

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, davvero un'ottima pasta.

      Elimina
  2. Ciao sono Paola del blog Cooking... e dintorni.blogspot.it e sono qui perchè sono alla ricerca di dare un nome e un volto alle bloggalline che non conosco, piacere! Bello questo ragù di soia per accompagnare i garganelli. Complimenti e a presto
    Paola

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Paola, piacere mio. Vado subito a farti una visita!!!

      Elimina

Fa piacere un commento, non necessariamente deve far rima con "complimento". Con mio disappunto, sono stata costretta a mettere la moderazione per intromissioni sgradevoli.