martedì 22 marzo 2016

Parmigiana di carciofi



Ci risiamo con le offerte. Con mio marito, il sabato, solitamente vado al mercato scoperto. Ci sono bancarelle di ogni genere. Noi (il marito) sostiamo sempre davanti a quelle che vendono cibo, soprattutto frutta e verdura. Sabato scorso, sulla bancarella preferita c'erano dei magnifici carciofi romani; li vendevano a mazzi di 20 ad un prezzo veramente irrisorio. Cercavo di fingermi disinteressata; non lo ero, sinceramente, ma pensavo a tutto il lavoro che mi avrebbe atteso. Credete che mio marito ci abbia pensato due volte? "Fermati-grida- guarda che meraviglia". Per farla corta li abbiamo comperati. A casa, poi, ho dovuto pensare ad un modo in cui prepararli. Siamo in due, si, ma ci sono anche i figli che possono aiutare e quindi: perché non fare una bella parmigiana? L'ho fatta in modo tradizionale cioè friggendo. Alla fine, mia nuora ha espresso il desiderio di avere una teglia solo per sé!!!

Ingredienti per 6 persone:
Carciofi romani 12
Salsa di pomodoro q.b
Mozzarella 250 g
Pane grattugiato q.b
Formaggio grattugiato q.b
Olio extravergine di oliva q.b
Burro 30 g
Per preparare i carciofi:
Limoni 3
Per sbollentare i carciofi:
Il succo di un limone
Farina 0 30 g
Per friggere i carciofi:
Olio di semi di arachidi 1 litro  (potete usare olio di oliva extravergine... a me non piace nel fritto)
Farina di semola rimacinata
Per la salsa di pomodoro:
Scalogno 1 grande
Passata di pomodoro 400 g
Olio extravergine di oliva 4 cucchiai
Erbe aromatiche a piacere (timo, maggiorana, origano e basilico)
Sale e pepe q.b
Procedimento per la salsa:
Stufate lo scalogno con l'olio extravergine, unite la passata, le erbe aromatiche, aggiustate di sale e pepe. Fate ridurre.

Procedimento per i carciofi:
"Sfogliate"il primo strato (toglietele prime foglie esterne). Poi con un coltello rimuovete l'apice del carciofo  lasciandolo "tronco".Tagliatelo ora a metà. A questo punto, con un coltello rimuovete la "barba". Tagliate il gambo in prossimità del "frutto" e rimuovete un leggero strato (più coriaceo) dalla base del carciofo. Tagliate ogni metà in tre pezzi e teneteli in acqua acidulata con succo di limone. Spero di essere stata esaustiva. Qui sotto un mio video esplicativo...

Sbollentate (sbianchite) le fette ricavate in acqua già bollente con aggiunta della farina e di succo di limone. Lasciateli per circa 5-7 minuti (devono essere al dente). Scolateli e poneteli su una tovaglia ad asciugare. Quando sono asciutti, passateli nella semola e friggeteli in olio alto a 170° per circa 5 minuti. Scolateli, poneteli su carta assorbente ma vi assicuro che rimangono molto asciutti.
Procedimento per la parmigiana:
Ponete qualche cucchiaio di salsa di pomodoro sul fondo di una pirofila (la mia era rettangolare di 20 cm. per 25), fate uno strato di fette, salsa di pomodoro, mozzarella tagliata a pezzettini,una spolverata di formaggio grattugiato, un altro strato di carciofi e ripetete con gli altri ingredienti. Alla fine spolverate con formaggio grattugiato, pane grattugiato e fiocchetti di burro. Ponete in forno statico, a mezza altezza, preriscaldato a 180° fino a doratura.



4 commenti:

  1. Una bella idea per il pranzo di Pasquetta, io sono romana e i carciofi vado a comperarli a Ladispoli, mangeremo un piatto "divino"...

    RispondiElimina
  2. non vado matta per la parmigiana, ma questa variante ai carciofi... mi parrebbe un'idea niente male

    RispondiElimina
  3. troppo buona di carciofi, mai provata ma la preparerò!! Un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  4. Deve essere spettacolare!!!!

    RispondiElimina

Fa piacere un commento, non necessariamente deve far rima con "complimento". Con mio disappunto, sono stata costretta a mettere la moderazione per intromissioni sgradevoli.