venerdì 21 settembre 2012

Pan brioche senza impasto




Quest'inverno, girando per il web, avevo adocchiato questa ricetta ed è stato subito "feeling". Ho girato un po'per i blog che avevano già postato questa brioche e ho così ho "rubato" un po' qui, un po'là; l'imput finale, però, me l'ha dato Manuela. Domenica scorsa ci siamo sentite al telefono; non avevo capito bene se le ore che doveva rimanere in frigorifero (l'impasto, non Manuela), dipendeva dalla lievitazione o dal tempo che uno ha a disposizione...:-)
Lei mi ha chiarito le idee. Non dipende dalla lievitazione: può rimanere in frigo dalle 24 ore fino a 5 giorni. Ho seguito il suo consiglio; 48 ore sono perfette. Grazie Manu. Una brioche facilissima e dire molto buona, è piuttosto riduttivo. L'unico problema, se così si può chiamare, è la lunga lievitazione; In realtà basta calcolare bene i tempi ed è semplicissima. Addirittura, dopo averla fatta raffreddare (ormai era tardi per fare le foto), dentro un sacchetto di carta, l'ho messa in congelatore. Tolta martedì mattina, fatte le foto il pomeriggio, messa poi in una scatola a chiusura ermetica e questa mattina abbiamo mangiato le ultime fette, ancora morbidissime...uno spettacolo!!!



 

Ingredienti:
Farina forte(tipo manitoba) 250 g
Burro fuso (lasciato raffreddare) 100 g
Acqua a temperatura ambiente 75 g
Uova medie biologiche 2 (le mie pesavano 118 g con il guscio)
Miele o zucchero 50 g (io miele d'arancia)
Sale un pizzico (dimenticato) 
Lievito di birra disidratato 3 g o 11 g di lievito di birra fresco

 


Procedimento:

In una ciotola, battete leggermente le uova, aggiungete il miele o lo zucchero, l'acqua, il burro fuso e il sale. Mescolate con una frusta per ottenere un impasto omogeneo. Ora aggiungete anche la farina mescolata con il lievito secco e mescolate con una forchetta per ottenere un impasto omogeneo. Se usate il lievito di birra, scioglietelo nell'acqua tiepida e unitelo ai primi ingredienti, facendo attenzione che non entri in contatto diretto con il sale.Coprite con pellicola e uno canovaccio (o come me in una ciotola a chiusura ermetica), e mettete a riposare per 2 ore. Ora mettete la ciotola, sempre coperta in frigo per 48 ore. Si può lasciare dalle 24 ore a 5 giorni, ma tutti sono concordi nel dire che 48 ore sono ideali. Togliere dal frigo e lasciare una mezz'ora a temperatura ambiente. Siccome l'impasto è molto appiccicoso, lo mettete in una spianatoia infarinata e date delle pieghe "alla Bonci".
Dividete l'impasto in 3 parti, formate 3 filoncini e con questi fate una treccia. Si possono fare anche 4 palline e posizionarle in fila nello stampo. Foderate con carta forno uno stampo da plumcake da 30 x 11 cm dopo averlo imburrato (così la carta non si muove). Trasferite la treccia, coprite e mettete a lievitare nel forno spento con la luce accesa, fino a quando la brioche avrà raggiunto il bordo dello stampo (a me ci sono volute 5 ore). Spennellate la superficie con latte e cospargete di granellini di zucchero. Si può spennellare con burro fuso o con tuorlo diluito con latte e omettere lo zucchero. Infornate in forno preriscaldato a 180° per circa 25-30 minuti o finché la brioche sarà ben dorata e...gnam gnam!



La prossima volta ometterò i granellini di zucchero e farò con questa splendida brioche dei crostini salati.


31 commenti:

  1. Ha un aspetto a dir poco fantastico. Sarà che non sono brava con i lievitati ma sappi che te la invidio tantissimo!!! ;)Buon w-end
    serena

    RispondiElimina
  2. Allora è proprio da provare questa brioche,mi incuriosisce tantissimo.Con i lievitati c'è sempre da imparare,guarda qui che meraviglia!!Un bacione cara Solema,buona serata!

    RispondiElimina
  3. Troppo buono si vede dalle foto che ti è riuscito benissimo!Bravissima!

    RispondiElimina
  4. ottimo per la colazione nel caffè e latte...io lo adoro!
    è venuto benissimo questo pan brioche!
    alla prossima e buona serata!

    RispondiElimina
  5. Risposte
    1. Buon fine settimana anche a te e a Perla!!!

      Elimina
  6. Spettacolo, io da quando ho provato questo impasto senza impasto non riesco piu' a mangiare la pizza lievitata in fretta e furia in 2 ore, viene molto piu' leggera in questo modo! Non capivo perche' tutti impazzivano per l'impasto di Bonci finche' un giorno ci ho provato anche io e non l'ho piu' abbandonato, buon w-e!

    RispondiElimina
  7. Che bonta mia cara Solema!
    ti abbraccio tanto
    Annagiulia

    RispondiElimina
  8. Che bontà, lo voglio fare anch'io! Complimenti per le foto!

    RispondiElimina
  9. Non ne avevo mai sentito parlare, è proprio una bella idea.
    Vale la pena cimentarsi.
    Buon fine settimana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi piacerebbe tu lo provassi con il tuo lievito!!!

      Elimina
  10. Complimenti, grazie mille, appena posso lo voglio provare!
    Che spettacolo!
    Buon week end.

    RispondiElimina
  11. uff...io sarei a dieta e i lievitati sono la mia tentazione maggiore, questa poi è bellissima e l'impasto da 48 ore mi attizza proprio, una sola cosa non mi è chiara, lepieghe alla Bonci vanno fatte prima del riposo lungo in frigo?
    la tua è bellissima Solema e anche la tua ispiratrice mi piace moltissimo, Manuela è proprio brava!
    un abbraccio
    dida

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie . No le pieghe vanno fatte prima di fare la treccia o le palline; in pratica prima dell'ultima lievitazione, in questo moo dai forza all'impasto e lo rendi lavorabile.

      Elimina
  12. Che meraviglia! la versione salata dev'essere ancora meglio!
    Terrò presente la ricetta per il periodo natalizio ...per fare dei minisandwich!!
    Buona settimana :))))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io avevo pensato di farla per Natale.Volevo fare dei crostini per la mousse di aringa e quella di prosciutto.

      Elimina
  13. molto molto invitante...un bacio
    annamaria

    RispondiElimina
  14. ha un aspetto molto goloso, buona settimana Solema!

    RispondiElimina
  15. mmmhhh sembra squisito grazie per essere passata a trovarmi :-) a presto rosa.kreattiva
    http://kreattiva.blogspot.it

    RispondiElimina
  16. Solema mi piace molto adatto alla colazione, semplice e genuino, stavo cercando una cosa da fare molto spesso senza tanti ripieni, da poter mangiare tutte le mattine senza problemi...la proverò subito...baci

    RispondiElimina
  17. L'ho fatta anche io , presa da Trudy se non mi sbaglio e in effetti era proprio buona! Se proprio brava, mi sono unita!

    RispondiElimina
  18. Solema,
    buonissima! L'ho fatta e me la chiedono ancora. Il mio papà ha detto 'mi ricorda la brioche di quando ero bambino...che bello e che sapore antico!'
    Grazie
    Giuly

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, sono felice sia piaciuta!!!

      Elimina
  19. Che bello si vede tutta la sua sofficità.
    che voglia di mangiarne una fetta anche a quest'ora.
    Complimenti.
    Incoronata

    RispondiElimina
  20. Solema, è bellissimo questo pan brioche... ed è bellissimo anche leggerle le tue ricette... sei troppo forte 😊

    RispondiElimina

Fa piacere un commento, non necessariamente deve far rima con "complimento". Con mio disappunto, sono stata costretta a mettere la moderazione per intromissioni sgradevoli.