martedì 6 marzo 2012

Quanti modi di fare e rifare... Cjalsons aromatici di Stefania


Eccoci qui arrivati alla giornata del fare e rifare . Iniziativa piacevolissima (specialmente questo mese visto che siamo in Friuli), creata da Anna e Ornella. Questo mese siamo nella cucina di Stefania per riprodurre una ricetta tipicamente friulana. Siccome ho aspettato l'ultimo momento, li ho fatti domenica, che solitamente è la giornata del dolce; quindi ho pensato: perchè non prendere 2 piccioni con una fava e farli dolci? Detto...fatto!. Beh, mi sono stati richiesti!! Cara Stefania , la mia famiglia ringrazia!; non fosse stato per te non avrei mai riprodotto i cjalsons in versione dolce. Mi sono attenuta all'originale per gli ingredienti della pasta. Metto i suoi ingredienti e a lato i miei tra parentesi e in rosso.

 

Ingredienti per 20 cjalsons
Farina 100 gr
Burro fuso 25 gr
Sale 5 gr
Acqua q.b
Procedimento:
Disponete la farina a fontana sulla spianatoia, al centro mettete il burro fuso e il sale e iniziate ad impastare aggiungendo poca acqua alla volta fino ad ottenere un bell'impasto morbido che lascerete riposare per mezz'ora. Intanto preparate il ripieno con:
Formaggio grattugiato 2 cucchiai (2 cucchiai di zucchero di canna)
Cacao amaro 1 cucchiaino (omesso)
La buccia grattugiata di un limone (20 gr di scorza d'arancia candita)
Erbe aromatiche 1 mazzetto a scelta (30 gr di ricotta)
Pinoli una manciata (30 gr)
Pane grattugiato 1 cucchiaio (2 cucchiai di biscotti alle nocciole home made tritati )
Rhum 1 cucchiaio
Uvetta 2 cucchiai
Procedimento:

Mettete tutti gli ingredienti nel boccale del frullatore e azionate per pochi minuti le lame, giusto il tempo di mescolare il tutto, ma lasciate dei pezzetti un po' più grossi. Mettete da parte, finché non è arrivata l'ora di lavorare di nuovo la pasta. Tirate la pasta con il matterello fino ad ottenere una sfoglia piuttosto sottile. Con un coppapasta tagliate dei cerchi di circa 7 cm di diametro. Mettete al centro un cucchiaino di ripieno e chiudete a mezzaluna. Io ho tentato di chiuderli come i cjalsons classici. lessateli in acqua bollente finchè vengono a galla. Li potete spolverizzare di zucchero semolato o, come me, con una salsa all'arancia caramellata. Riducete la scorza di una arancia piuttosto grande a julienne, mettetela in una pentola con il fondo spesso (non usate padellini leggeri) con 100 gr di zucchero e 200 di acqua. Fate cuocere a fuoco basso per circa 20minuti. Un consiglio: non lasciate caramellare troppo, altrimenti i ravioli (i nostri cjalsons) si attaccheranno al piatto!! Decorate con la scorza caramellata e versate la salsa rimasta sopra i cjalsons.
Mi sono scordata di fotografarne uno aperto...puff...si sono volatizzati!!


36 commenti:

  1. Nonna sole, nessuno "smerletta" i cjalsons come te...un baseto da Pasian, con questo vento arriverà a "dedeà" in un attimo :-D

    RispondiElimina
  2. deliziosi anche i tuoi! E bellissima l'iniziativa!Quasi quasi partecipo anch'io al prox giro!
    buona giornata
    spery di "babà che bontà"

    RispondiElimina
  3. Grazie del link, torno dopo con calma.
    Baci

    RispondiElimina
  4. belli devono essere buoni!

    RispondiElimina
  5. Sono certa che la tua variante dolce mi piacerà moltissimo! A parte i biscotti alla nocciola che non posso mangiarli (allergia) tutto il resto è perfetto! Grazie mille cara Solema, felice giornata

    RispondiElimina
  6. La scorza caramellata è una vera opera d'arte, baci!

    RispondiElimina
  7. Buonissimi, ho visto questi ravioli in tanti blog e mi ipisrano di brutto :)
    li rpovero davvero interessante il ripeno :)

    RispondiElimina
  8. Solema,mi piacciono molto i cjalsons di Libera,ma altrettanto mi stuzzica questa tua dolce versione.......siete veramente brave!
    Tiziana

    RispondiElimina
  9. Interessante la tua versione dolce. Sono belli a vederli caramellati, sicuramente saranno stati buonissimi.

    RispondiElimina
  10. Non li conoscevo, hanno un aspetto meraviglioso, ciao, buon proseguimento!!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  11. che bella anche la tua versione, ma non avevo dubbi!

    RispondiElimina
  12. In versione dolce non li ho mai provati, assaggiati sì se non sbaglio a Nimis, e sono ottimi in qualsiasi versione vengano proposti. Proverò la tua. Buon pomeriggio

    RispondiElimina
  13. sono deliziosi, non solo nel sapore, sicuramente buonissimo, ma anche nella forma.
    complimenti.

    RispondiElimina
  14. Ciao cara Nonna sole, era tempo che non mi facevo vedere qua da te. E lo faccio porgendoti un piccolo premio che spero gradirai, non é faticoso!

    Questo piatto friulano lo devo leggere meglio, mi sembrano molto appetibili invece i muffins al cavolfiore. Ciao e a presto

    RispondiElimina
  15. anche i miei sono spariti in un nanosecondo. e sì che siamo in due e la dose era per quattro persone...
    bella la chiusura, sembrano i gyoza!

    RispondiElimina
  16. anche io con nocciole,arancia e ricotta!!:D sono buonissimi!! molto belli anche i tuoi! ciao cara!

    RispondiElimina
  17. Certo che questa si chiama abilità, fantasia e passione.
    Complimenti

    RispondiElimina
  18. Fantastica questa arancia per condire....Ciao francesca

    RispondiElimina
  19. ciao Solema,
    lasciatelo dire...EVVIVA LA VERSIONE DOLCE!!
    La salsa caramellata all'arancia deve essere
    molto buona.
    Ci vediamo il 6 aprile.
    A presto dalle 4 apine

    RispondiElimina
  20. bellissima questa arancia per condire....bomto belli questa pasta mi e` davvero piaciuta!
    francesca

    RispondiElimina
  21. Che bella la tua versione dolce! Profumata e deliziosa, sicuramente!!

    RispondiElimina
  22. Bellissima questa versione! La proverò! :)

    RispondiElimina
  23. Buoni buoni i vostri cjalsons...e la scorza caramellata è una chiccheria..la prossima volta provo! bacioni!

    RispondiElimina
  24. Buoni i tuoi cjalsons all'arancia! Immagino che profumo!

    RispondiElimina
  25. Ciao SOLEMA scusami per aver confuso il nome con Stefania che é invece l'autrice della ricetta col nome così difficile che non lo so riscrivere eehehehehe Un caro saluto ancora

    RispondiElimina
  26. Bellissimi i tuoi con l'arancia caramellata.....
    ciao francesca

    RispondiElimina
  27. Bellissimi Solema. Ad una ricetta della tradizione hai aggiunto il tuo tocco personale, realizzando una ricetta di gran classe. complimenti. Buona giornata Daniela.

    RispondiElimina
  28. Mi piacciono anche in questa versione, anzi ti dirò...forse mi piacciono di più nella versione dolce...golosa me ^_^

    RispondiElimina
  29. ... e ci credo che si son volatizzati!!

    splendida versione

    RispondiElimina
  30. Finalmente sono riuscita a venire a leggere la tua versione dei cjalsons.
    Questi sono assolutamente da fare, mi immagino il sapore del ripieno con ricotta (quanto mi piace), arancia candita, zucchero di canna, biscotti alle nocciole homemade, ecc.
    Prima di tutto devo fare i biscotti e poi i cjalsons dolci.
    Grazie dell'idea
    ;-)

    RispondiElimina
  31. Ciao cara,
    tanti auguri per la Festa della Donna!

    RispondiElimina
  32. Che belli devono essere deliziosissimi!!
    Bacioni

    RispondiElimina
  33. che meravglia! E che voglia di assaggiare la tua versione...

    son friulana, e da noi ogni famiglia ha la sua ricetta codificata, sempre diversa....

    questa è spaziale!

    RispondiElimina

Fa piacere un commento, non necessariamente deve far rima con "complimento". Con mio disappunto, sono stata costretta a mettere la moderazione per intromissioni sgradevoli.