giovedì 21 luglio 2011

Polpette di bacalà... ovvero....


In Friuli, e in Veneto, lo stoccafisso viene chiamato bacalà (la mancanza di una c non è un errore, si pronuncia proprio così ). Lo stoccafisso e il baccalà sono lo stesso pesce (merluzzo), conservato in modo diverso; lo spiego anche qui e qui. Non è la stagione adatta per il baccalà, lo confesso, ma, domando pietà, avendone un pezzo in congelatore ho pensato di fare delle polpettine, un pochino più estive...;-)... Sono state apprezzate ma se devo essere sincera...era meglio friggerle...;-). Comunque....

Ingredienti:
Stoccafisso già ammollato 500 gr (pulito 300)
Patate pulite 300 gr
Latte 500 gr
Acqua 1 litro
Insaporitore per pesce Ariosto Yogurt bianco denso 125 gr
Prezzemolo
Farina 1 cucchiaio scarso e latte q.b per una leggera besciamella
Formaggio grattugiato 2 cucchiai
Pane grattugiato
Uovo 1
Olio evo q. b
Procedimento:

In una pentola mettete acqua, latte e aggiungete lo "stocco" a freddo. Fate cuocere per circa 15 minuti dall'ebollizione. Fate raffreddare, pulite il pesce dalle lische e dalla pelle. Frantumatelo con le mani. In una boule, mettete il pesce, l'insaporitore, lo yogurt, l'uovo il formaggio e la besciamella . Se l'impasto risultasse troppo morbido, aggiungete del pane grattugiato. Formate delle polpettine e passatele nel pane grattugiato (il mio era integrale home made). Oliate una teglia, mettete le polpettine, sopra esse ancora un filo d'olio e mettete nel forno ventilato preriscalato a 180° per circa 10 minuti o finchè sono dorate!!
Dedico questa ricettola ad una bellissima pupattola


venerdì 15 luglio 2011

Come disfarsi di quintali di zucchine....


....veramente non so più come farle. Quando mio marito va dalla nostra "fornitrice di verdura", torna a casa con una borsa di zucchine (5 Kg), una di melanzane, una di bieta, erbette rosse, frigitelli e chi più ne ha più ne metta. Avevo in tutto 17 Kg di verdura . Devo ammettere che Liliana (così si chiama) ha un orto magnifico e anch'io fatico a prendere solo quello che mi serve. Dicevo, le zucchine..... guardo in frigo e trovo degli ingredienti che mi sembrano ottimi per farle ripiene.

Ingredienti:
Zucchine 8
Feta 200 gr
Mortadella 100 gr
Uova 1
Pane grattugiato 2 cucchiai
Formaggio grattugiato 2 cucchiai
Olio evo
Sale
Pepe
Procedimento:

Cercate di tagliare le zucchine della stessa misura e cuocetele a vapore, lasciandole a metà cottura. Fatele raffreddare e tagliatele a metà. Togliete la polpa e tagliatela a pezzetti con la mortadella (io ho fatto con il coltello), unite la feta e un uovo, e amalgamate il tutto. Se, l'impasto dovesse risultare troppo morbido, aggiungete del pane grattugiato. Ungete, con olio evo, una teglia. Salate e pepate le "barchette" di zucchine ( con moderazione, visto che gli ingredienti sono abbastanza sapidi), mettete anche un filo d'olio. Riempitele con il ripieno. A parte, preparate 2 cucchiai di pane, 2 cucchiai di formaggio grattugiato amalgamati con 1 cucchiaio di olio evo e distribuite sopra il ripieno. Mettete in forno preriscaldato a 200° fino a doratura. Nel mio forno ci sono voluti 20 minuti, poi 10 minuti sotto il grill.

Con questa ricetta partecipo alla raccolta di Ornella


sabato 9 luglio 2011

Per WHB # 291,ho finalmente fatto gli sformatini di melanzane



 Queste melanzane le avevo mangiate a casa di mia figlia. A dir la verità erano state fatte da mio genero (tratte da una ricetta frutto di un suo corso di cucina). Per replicarle, ho "atteso" le melanzane dell'orto della mia "spacciatrice ufficiale" di ortaggi. Ora finalmente sono arrivate e così approfitto per postarle nella raccolta Weekend Herb Blogging che questa settimana viene ospitata da Libera. In realtà dovrei dire postarLI, dato che sono degli sformatini. Metto gli ingredienti e le dosi così come mi sono stati passati da mio genero; le mie modifiche in rosso e tra parentesi.



mercoledì 6 luglio 2011

Fare e rifare... il cheesecake di Stella

Cliccando sopra il banner si arriva alle ricette pubblicate
Anche questa volta ce l'ho fatta a partecipare all'iniziativa di Ornella e Anna.In questo caso dovevamo fare il cheesecake senza cottura di Stella. Approfitto di questo post per scusarmi con tutti, per essere poco presente nei vostri blog. Sono talmente impegnata e stanca che non riesco neppure ad aggiornare il mio blog, a ringraziare e contraccambiare chi viene gentilmente a commentare. Non vi metto al corrente del mio impegno perchè non voglio rattristare la gente.
Ma cambiamo argomento e parliamo del dolce. Volevo rispettare a pieno la ricetta ed invece ho cambiato tipo di frutta (non ho trovato fragole degne di questo nome) optando per i ribes rossi.Visto che ormai "l'embolo" della modifica era partito mi sono fatta prendere per intero. La ricetta originale prevedeva una tortiera di 26 cm. volendo farlo piccino ho adoperato un cerchio di 18 cm e così ho debitamente proporzionato gli ingredienti. Metto gli ingredienti originali e i miei tra parentesi e in rosso.
Metto il mio procedimento (per l'originale Qui).
Per la base:
200 gr. di biscotti secchi (140 gr. di frollini integrali senza uova)
100 gr. di burro (70 gr.)
Per la farcia:
500 gr. di panna fresca da montare (200 gr.pesata già montata)
500 gr. di formaggio spalmabile (200 gr.light)
100 gr. di zucchero a velo (50 gr.)
20 gr. di colla di pesce (10 gr.)
200 gr. di pistacchi di Bronte frullati (100 gr. pistacchi di Manduria)
150 gr. di cioccolato bianco
Per guarnire:
100 gr.di fragole (125 gr. di ribes rossi)
50 gr. di pistacchi (30 gr.)
4 foglioline di menta
Procedimento:
Tritate i biscotti, intrideteli con il burro fuso, amalgamate bene, mettete questo composto su un piatto foderato di carta forno e dentro un cerchio apribile (possibilmente non come il mio che ho dovuto tenerlo fermo con le mollettine). Mettete a rassodare in frigo per non meno di 30 minuti. Se adoperate i biscotti come i miei (senza uova), lasciate in frigo per qualche ora. Intanto mettete la colla di pesce a bagno nell'acqua fredda per circa 10 minuti, o finchè si ammorbidisce. Sciogliete 100 gr. di cioccolato bianco e aggiungetelo al formaggio e allo zucchero a velo. A parte montate la panna e, con qualche cucchiaio della stessa, in un pentolino fate sciogliere la colla di pesce e aggiungetela al composto di formaggio. Mettete anche i pistacchi tritati con 50 gr. di cioccolato bianco. A questo punto aggiungete la panna gradatamente. Spostate delicatamente (e coraggiosamente...:-)...) sul piatto di portata il fondo di biscotto, togliendo la carta forno. Ponete la crema sulla base e tenete in frigo, possibilmente tutta la notte. Trascorso il tempo necessario, passate un coltellino a punta, bagnato in acqua calda, sui bordi del cerchio fino ad arrivare in fondo. Il cerchio si staccherà da solo. Decorate a piacere.
Una mia considerazione: era buonissimo, ma quando lo rifarò con questi ingredienti, userò uno stampo da 26. Per i miei gusti è venuto troppo alto, anche se mi hanno detto che il vero cheesecake sia freddo che cotto deve essere alto. Gli americani hanno, e fanno, tutto più grande....
Dalla foto della fetta si evince che oltre che buono è anche molto saziante...
Agosto riposo e ritorneremo a settembre con la ricetta di Libera


venerdì 1 luglio 2011

Pasticcio con zucchine

Premetto che per noi friulani, tutto quello che si fa con la pasta, besciamella e poi va in forno, lo identifichiamo come pasticcio. Queste, sono in pratica delle lasagne con zucchine e ragù bianco fatto con petto di quaglia. Questa ricetta è figlia di una congiunzione astrale positiva. Le zucchine freschissime dell'orto della mia fornitrice ufficiale, i petti di quaglia che mi ha donato la fornitrice di polli liberi e felici..... nonchè del mio girovagare per blog (ultimamente diserto per mancanza di tempo). Ho trovato questa ricetta da Daniela, non c'entra nulla con questa mia, ma credetemi che l'idea è partita da qui. La sua versione era invernale, la mia decisamente estiva. Spesso, a me (forse a tutti), basta leggere un ingrediente che mi piace particolarmente e la fantasia si scatena.
Passiamo alla ricetta.....
Ingredienti x circa 6 persone*
Petti di quaglia 300 gr. **
Zucchine freschissime 1 kg
Frigitelli 200 gr.
Fiori di zucca 12
Vino bianco secco 15o ml.
Lasagne 250 gr. (quelle che vanno in forno senza cottura)
Noci tritate 80 gr.
Cipolla 1 piccola
Olio evo
Formaggio grattugiato q.b (io montasio stagionato)
Procedimento:
Pulite i frigitelli, apriteli e togliete i semini. Pulite anche i fiori di zucca, togliendo il pistillo (si chiama così?). Tagliate tutti e due a fettine. Preparate il ragù facendo brasare una piccola cipolla con olio evo e poca acqua. Aggiungete i petti tagliati sottilmente a coltello, i frigitelli, i fiori e rosolateli. Sfumate con il vino e portate a cottura tenendo la fiamma bassa e aggiungendo brodo vegetale all'occorrenza. Insaporite con l'Ariosto per carni in umido. Spegnete il fuoco e mettete anche le noci tritate. A parte avrete tagliato le zucchine a julienne, lasciandole crude. Preparate la besciamella, lasciandola piuttosto liquida e mettetene qualche cucchiaio sul fondo di una teglia. Unite in una boule tutti gli ingredienti, compresa la besciamella. Fate uno strato di pasta, uno di ripieno, una buona spolverata di formaggio e continuate fino all'esaurimento degli ingredienti. Finite con abbondante formaggio. Infornate a 180° in forno preriscaldato fino a doratura; ci vorrà circa un'ora. Per finire metto 10 minuti il forno nella funzione ventilato.
*Potrebbe bastare anche per 8 se "qualcuno" non avesse fatto il bis
**Si può tranquillamente fare con il petto di pollo
Auguro a tutti un buon fine settimana