giovedì 13 ottobre 2011

Paccheri con ragù di triglia

Con grande nostalgia della Sardegna, ho cercato di riprodurre un piatto che ho mangiato in vacanza.
Fortunatamente in pescheria ho trovato una gentilissima signora che mi ha preparato i filetti di triglia, ma devo dire non mi era sembrato un'esecuzione molto facile. Il piatto non è riuscito male, anzi era molto buono, ma sul posto ha tutto un altro sapore. Facciamo così...prima di piangere sulla tastiera, metto la ricetta...;-)
Ingredienti per 4 persone
Paccheri 300 gr
Filetti di triglia 300 gr
Pomodorini datterini 300 gr
Prezzemolo q.b
Peperoncino a piacere
Aglio 1
Bottarga 1 cucchiaio
Vino bianco secco
Olio e.v.o
Procedimento:
In una pentola antiaderente, grande abbastanza da poter contenere anche la pasta, mettete 2 cucchiai d'olio con uno spicchio d'aglio. Fatelo rosolare senza annerrirlo e toglietelo (se piace potete schiacciarlo e lasciarlo nel sugo) . Aggiungete i filetti di triglia, fateli rosolare, sfumate con il vino e isaporite la preparazione con l'insaporitore per pesci Ariosto. Quando il vino è consumato, aggiungete i pomodori tagliati a pezzi e mettete anche il prezzemolo tritato. Nel frattempo avrete fatto cuocere la pasta al dente; scolatela senza gettare l'acqua di cottura che servirà per finire di cuocerla. A fine cottura spolverate con un cucchiaio abbondante di bottarga. E a questo punto:
BUON APPETITO!!!

Ed ora un "fuori onda" per 2 amiche del web che mi hanno dato la settimana "libera": Annina e Ornella, Libera ed io stiamo preparando per voi un concerto a 4 mani:



27 commenti:

  1. Che spettacolo, una ricetta fantastica...complimenti!!!

    RispondiElimina
  2. Grande Nonna Soreli, sei riuscita perfino a "stendere" i paccheri ;-)
    Buoni i cjarsons ed "Ello" (duiunouello :-D ?) ha gradito i ravioli al brasato, avanzi una cena.
    Bacione...

    RispondiElimina
  3. ottimi questi paccheri, bella foto e chissà che gusto insuperabile!

    RispondiElimina
  4. il piatto deve essere davvero buono...le foto sono sono bellissime!!! complimenti. :)

    RispondiElimina
  5. stupendi quei paccheri e quel sughetto è da leccare i baffi, i sapori del posto è sempre impossibile riprodurli ma almeno ci si può avvicinare. Brava, un bacione

    RispondiElimina
  6. EH cara Solema,conosco bene quella malinconia..e prima di piangere insieme a te sulla tastiera,vado ad assaporare questo primo fantastico!Son certa che non ha nulla da invidiare all'originale,la malinconia non ti rende obiettiva!!Io invece lo sono e ti dico Bravissima!!
    Un abbraccio cara e buoan serata!

    RispondiElimina
  7. bella ricetta Solema! E se serve a rinverdire i ricordi di una bella vacanza ben venga!!
    baci
    p.s. aspetto il concerto a 4 mani! ^_^

    RispondiElimina
  8. Adoro le triglie e il tuo primo è assolutamente magnifico :) Un bacio, buona serata

    RispondiElimina
  9. buona e che profumino immagino !

    RispondiElimina
  10. che buono che è questo ragù di triglia... complimenti

    RispondiElimina
  11. Ottimo questo primo!!E complimenti per le belle foto..

    RispondiElimina
  12. belli e gustosi... certo mangiarli al mare in sardegna sarà un'altra cosa!

    RispondiElimina
  13. Un plato de pasta auténtico.

    Saludos

    RispondiElimina
  14. Quanto mi piace questo formato di pasta. La mia mamma usava solo pasta lunga per il pesce o i molluschi, ma la variante con la pasta corta mi stuzzica molto.

    Ma che bel concerto a 4 mani che ci state organizzando voi due, immagino già la meraviglia che ci proporrete. Vi è bastata la settimana di libertà??? Siete entrambe delle meravigliose amiche ;-)

    RispondiElimina
  15. La foto è bellissima ed il gusto di questo piatto sarà favoloso! buon fine settimana.

    RispondiElimina
  16. Che buoni questi paccheri, profuma di mare cara Sole, e che bella presentazione del piatto!!!!

    RispondiElimina
  17. Una gustosa ricetta bravissima ciao

    RispondiElimina
  18. cercare di riprodurre le ricette di piatti mangiati in vacanza è impossibile però ci si può avvicinare molto e tu penso ci sia riuscita..un bacione Solema, buon weekend...

    RispondiElimina
  19. Piangere sulla tastiera? Ma se sembrano meravigliosi!! Mi hai fatto venire una fame..
    Sono molto ansiosa di vedere il capolavoro che avete fatto tu e Libera :-) Baci carissima Solema buon fine settimana

    RispondiElimina
  20. Fantastica ricetta, queste non sono da perdere assolutamente...ciao.

    RispondiElimina
  21. fantástica pasta de tradición ,luce exquisita y tentadora,me encanta,grandes abrazos.

    RispondiElimina
  22. In attesa del concerto complimenti per la ricetta, le triglie le ho sempre mangiate alla livornese e comunque da questa parte d'Italia è difficile trovarne di buone come quelle del Mar Tirreno, ogni mare ha un suo pescato migliore.
    Buona domenica carissima, sempre più brava e sempre più inarrivabile!

    RispondiElimina
  23. hanno un aspetto favoloso e gustosissimo,questi paccheri!!brava Solema,nulla da invidiare agli originali sardi!!baci

    RispondiElimina
  24. Bambola, scalda i motori che tra qualche ora andiamo in onda!!! Tremate blogger tremate che le "streghe (buone) stanno arrivando (lo so che non fa rima ;-) )

    RispondiElimina
  25. Ringrazio tutti e mi scuso se non riesco a rispondere ...

    RispondiElimina

Fa piacere un commento, non necessariamente deve far rima con "complimento". Con mio disappunto, sono stata costretta a mettere la moderazione per intromissioni sgradevoli.